EN


Gli artigiani digitali, più conosciuti come makers, sono una realtà che sta cambiando il mondo del lavoro lontano dai percorsi ufficiali.

Se opportunamente sostenuto, questo mondo può vivacizzare il mercato del lavoro e valorizzare la cultura del fare/fabbricare, ovvero dell’anima del Made in Italy.

Nuovi modelli di produzione e di business, manualità e tecnologia, collaborazione, design e sostenibilità: parte da qui la terza rivoluzione industriale con i makers, che si organizzano nei laboratori di fabbricazione digitale e nelle comunità virtuali.

Scarica il manifestovieni a conoscerci io Lavoro

eventi vai al sito Salone dello Studente vai al sito GEC 2015

COME SUPPORTARE I MAKERS

È necessario promuovere e incentivare la creazione di Laboratori di Fabbricazione Digitale, luoghi ideali per la formazione di competenze tecniche e trasversali.
La condivisione di competenze e attrezzature contribuisce a recuperare la manualità che ha reso grande il Made in Italy e genera innovazione, lavoro e sviluppo con importanti ricadute sociali.
Conoscere i makers e comprendere le potenzialità di questo settore è fondamentale per garantirne la crescita. È importante diffondere la cultura dell’artigianato digitale verso i giovani, le imprese e le istituzioni attraverso la conoscenza degli esempi positivi e la contaminazione con le community esistenti. Bisogna valorizzare tutte le forme di comunicazione social che mettono in contatto le community e diffondono i valori di questa cultura.
Gli operatori del mercato del lavoro devono conoscere approfonditamente le opportunità che il settore offre per orientare consapevolmente i giovani verso questi nuovi mestieri, reinterpretando realtà artigiane, PMI e autoimprenditorialità.
È necessario realizzare un sistema che veda protagonisti i makers e gli altri soggetti pubblici e privati. In particolar modo, bisogna sensibilizzare il mondo dell'impresa che nei Laboratori di fabbricazione digitale può trovare competenze e professionalità in grado di realizzare un continuo processo di innovazione, digitalizzazione per sviluppare i propri prodotti, processi e servizi.

Bisogna favorire l'acquisizione delle competenze makers tramite i mondi della formazione professionale e dell'istruzione. Le migliori esperienze della Fabbricazione Digitale possono essere incluse nei percorsi formativi e negli istituti scolastici, soprattutto quelli ad alta specializzazione tecnologica come i Laboratori negli ITS.
Le Istituzioni, le associazioni datoriali, gli stakeholder devono interagire e creare reti collaborative per: integrare i fondi per la creazione e diffusione dei Laboratori; favorire le startup innovative; diffondere le best-practice territoriali.
Le competenze e i mestieri degli artigiani digitali non sono ancora ben identificati. La loro mappatura può agevolare l’orientamento, la formazione e l’inserimento nel mercato del lavoro. La buona parte di queste competenze sono tra le più richieste dal mercato del lavoro secondo tutti i trend europei e internazionali.

L'insieme delle conoscenze e delle professionalità del mondo maker possono facilmente concretizzarsi nella creazione di imprese di "manifattura digitale". Queste realtà hanno particolare bisogno dell'incentivo pubblico per poter nascere e crescere, perchè poco valorizzate dai programmi di finanziamento quasi esclusivamente rivolti a startup informatiche.
In alcune aree del nostro paese vengono utilizzati strumenti come il voucher per poter accedere a spazi di lavoro condiviso. Ciò consente di sviluppare idee e lavorare a progetti d'impresa ottimizzando le spese. Si ritiene di particolare utilità l'estensione di questa misura e l'ampliamento anche nella direzione dei Laboratori di Fabbricazione Digitale.
Sfruttare le possibilità della nuova programmazione FSE per: delineare nuovi percorsi di formazione per i giovani; favorire autoimprenditoria per startup innovative; incrementare Laboratori di fabbricazione digitale nelle Regioni; favorire l'acquisizione di nuove tecnologie nelle imprese artigianali tradizionali; sostenere l'avvio dei Laboratori di fabbricazione digitale nelle scuole.

Promuovi con noi l'occupazione attraverso l'innovazione digitale